Il Gruppo Podistico Avis Locate Triulzi, organizzatore della Stralocate e della CorriLocate, é nato nel lontano 1977, un po’ per passione e un po’ per “ridurre” il livello del colesterolo e dei grassi in eccesso mettendo in primo piano “il movimento” soprattutto la corsa a piedi.

martedì 12 novembre 2013

E' arrivato l'inverno e quindi cosa indossiamo per correre?




Non potevano mancare i consigli sull'abbigliamento nel nostro blog soprattutto da una come me decisamente fashion addicted :-) anche nel running ....


By the way, anche per la corsa è arrivato il momento di fare il cosiddetto cambio dell'armadio, rivedere ciò che abbiamo già in casa e capire se abbiamo tutto l’occorrente per correre in questo periodo invernale.


Cosa ci serve quindi? Nell'ordine direi:


Calzamaglia lunga in lycra o qualsiasi altro tessuto tecnico: ideale sarebbe coprirsi in maniera integrale per tenere ben calde le gambe per poter iniziare l’allenamento con una buona temperatura corporea, se proprio non riuscite a sopportare le gambe completamente coperte, allora potete indossare pantaloncini tipo ciclista e calze tecniche lunghe fino alle ginocchia. Ormai ne sono in commercio diverse tipologie utilizzate anche per un miglioramento della circolazione sanguigna periferica (ritorno venoso).

Maglia tecnica manica lunga: ormai tutte le aziende hanno messo in commercio delle magliette tecniche che fanno disperdere il calore all’esterno e mantengono asciutti all’interno senza creare disagi alla nostra salute e organismo. Scegliete una maglietta che non vi limiti nei movimenti naturali durante la corsa.

Vi anticipo che il capo tecnico (se di buona qualità) ha un costo notevole, ma può fare la differenza soprattutto con temperature rigide quali siamo abituati noi runners del Nord ...

Gilet con catarifrangenti: molti di noi si allenano in prima mattina prima del lavoro (io per esempio :-) mi alleno alle 5:30 quindi molto presto), oppure dopo il lavoro, quindi eventualmente si potrebbe aver bisogno di un gilet che possa essere visibile all’arrivo delle macchine e dei motociclisti al seguito. Quindi anche se potrebbe non essere menzionato come specifico abbigliamento per il freddo, si necessita di procurarsene uno se si corre in queste condizioni appena descritte.

Cappellino tecnico o fascia paravento: FONDAMENTALI! Considerate che l'80% del calore viene disperso attraverso la testa quindi vi ho detto tutto!

Questo abbigliamento tecnico è ideale per proteggere la testa e le orecchie dalle intemperie e riuscire a correre anche al freddo senza congelarsi le orecchie e mantenere una temperatura accettabile per il nostro capo e le orecchie, ma non solo, in realtà per tutto il corpo.

I guanti di lana o tecnici: anche di questi non potete farne a meno! Forse di tutto l’abbigliamento che ho menzionato quello di cui non possiamo fare proprio a meno nel momento in cui fa freddo è proprio un paio di guanti che permettono a ogni podista di mantenere le estremità calde per evitare stadi di congelamento. Purtroppo per via di un minor afflusso di sangue nelle estremità, le mani possono essere considerate la parte che più soffre nel momento in cui le temperature si abbassano bruscamente. Quindi procuratevene un paio prima di iniziare a correre con temperature più basse, mi raccomando!

E i piedi? Potete utilizzare calze più spesse ma sempre di materiale tecnico che non vi impediscano un buon movimento naturale del piede e vi facciano sentire l’appoggio sul terreno.


Un discorso a parte meritano le scarpe che saranno oggetto del mio prossimo articolo, promesso!

Alla prossima! La Iv

Nessun commento:

Posta un commento

Google+ Badge